12 Aprile 2019

Nel momento in cui andiamo in stampa la classifica non è ancora nota, ma PizzAut, il progetto inclusivo ideato dal cernuschese Nico Acampora, ha comunque già vinto. Per tre giorni, infatti, Alessandro e Matteo, due giovani autistici, hanno partecipato  a Parma al campionato Mondiale della pizza, insieme ad altri 700 concorrenti giunti da tutto il mondo. «Abbiamo presentato due pizze» spiega Acampora, «La “Fuori di zucca”, con fiori di zucca e scamorza, e la “PeperonAut” con peperoni cruschi della Basilicata. La giuria è rimasta colpita e ha fatto i complimenti ad Ale e Matteo. È stato meraviglioso vedere come tutti ci abbiano accolti. Ancora una volta il messaggio “nutriamo l’inclusione” è passato».



Scarica il PDF dell'edizione 14-2019 (13.3 MB)