08 Marzo 2019

Primo impegno stagionale e prima vittoria per i Daemons Football Americano Cernusco, che si sono imposti a Rivarolo (Torino) sui padroni di casa dei Mastifs Canavese con il punteggio di 0 a 42. Grande esordio, dunque, del team senior che milita nel Campionato di Seconda Divisione, che  dopo un primo quarto confusionario, hanno mostrato un football concreto, sbaragliando l'ottima retroguardia avversaria.
La partita, come detto, non era cominciata in maniera ottimale. Del resto, il primo quarto d'esordio stagionale non è mai facile. Ma nel secondo quarto l'attacco di coach Cavallini ha cominciato a girare, grazie anche alla prima segnatura dell'incontro sull'asse Baidal-Pulsinelli. Da qui in avanti, per i Daemons è partita una micidiale offensiva aerea che ha permesso a Baidal e soci di allungare con Mondin e poi due volte con Montana, per chiudere il primo tempo sullo 0 a 28. Nel secondo tempo coach Cavallini ha intelligentemente amministrato il cronometro mettendo la palla a terra e permettendo ad Andrea Ballabio di mostrare finalmente il suo enorme potenziale, venuto fuori anche grazie alla costanza di coach Lepage, fondamentale per il running game demone, con una serie di corse centrali che hanno sfiancato la difesa avversaria e permesso poi, nel quarto periodo, ai Daemons di assestare l'uno-due finale, ancora con Montana e poi Ballabio per il definitivo 0 a 42. Una partita ad altissima tensione, anche per il voler esordire nel migliore dei modi in un campionato che cade nel quindicennale della società, nata nel 2004 da un'idea di tre amici.
«L'obiettivo minimo della dirigenza è, come di consueto, il raggiungimento dei playoff e il nostro girone si presenta molto agguerrito con franchigie storiche e ben preparate ad affrontare ogni qualsivoglia ostacolo» aveva spiegato Gianluca Marconi, uno degli storici fondatori, prima dell’esordio di sabato. «Cercheremo di dare più fastidio possibile nel rispetto di tutti ma senza temere nessuno». Parole più che mai confermate dopo la vittoria. Il prossimo impegno sarà in casa, a Cernusco, contro i Blue Storms e rappresenta un importante banco di prova.
«L'unico modo nel nostro sport per dimostrare di essere competitivi è affrontare le partite con il giusto piglio considerando ogni singolo drive come se fosse il più determinante ai fini del risultato. Vincere è sicuramente molto importante, ma in casa Daemons teniamo anche al fatto che ogni nostro atleta si senta parte di un qualcosa di più grande: una famiglia».
Eleonora D'Errico



Scarica il PDF dell'edizione 9-2019 (13.0 MB)