17 Gennaio 2023

L’amministrazione comunale ha pensato a un doppio appuntamento di  riflessione per celebrare il Giorno della Memoria. Si parte sabato 21 gennaio, alle 16, in biblioteca  dove la sezione locale dell’Anpi, con il patrocinio del Comune, presenta “La bestia di Bolzano” di Stefano Catone. Il libro tratta la vicenda di Michael Seifert che, tra il 1944 e il 1945, nel lager di Bolzano fu responsabile di gravi sevizie e di omicidi ai danni degli internati, come appurato da un processo intentato a Verona agli inizi degli anni 2000. A riaprire il caso, sessant’anni dopo, fu il procuratore militare di Verona Bartolomeo Costantini, che ottenne l’estradizione di Seifert dal Canada e la sua condanna.

Il sabato successivo, 28 gennaio, alle 21, presso la Casa delle Arti andrà invece in scena “Armando - Lettere (R)esistenti”, uno spettacolo a cura di Armamaxa Teatro, che racconta la vera storia di Armando Vezzelli, maestro di scuola elementare che durante la guerra scelse di ribellarsi alla dittatura e di organizzare la Resistenza nella sua città, Genova, fatto per cui andò incontro all’arresto, alla deportazione e alla morte nel campo di sterminio di Mauthausen. La storia è raccontata grazie alle lettere scritte dal figlio 12enne Mario al padre durante la Seconda Guerra Mondiale. Nel 2017 furono ritrovate dal nipote Enrico. Leggendole un po’ alla volta, Enrico ha ricostruito la sua storia, quella della storia della sua famiglia e della sua città. Entrambi gli appuntamenti sono gratuiti e aperti a tutti.