06 Febbraio 2024

Il cernuschese Luca Foresti non è più l’amministratore delegato del centro medico Santagostino. Dopo 14 anni le loro strade si separano come lui stesso ha fatto sapere con un post pubblicato sui suoi social. Le motivazioni racchiuse in una semplice frase “Le opinioni e i modi di lavorare miei e di Unipol non erano più in linea e di comune accordo abbiamo deciso di andare oltre”. Dopodiché Foresti ricostruisce il percorso di effettuato: “Abbiamo creato da zero un'azienda protagonista in Italia della salute degli italiani e abbiamo cercato di farlo sempre in un certo modo, pienamente rappresentato dal codice culturale che abbiamo scritto assieme con le persone che ci lavorava. Le persone che rappresentano il Santagostino sono 315 e i professionisti che ci lavorano circa 1.700. In questi anni abbiamo curato più di 1 milione di persone e abbiamo aperto più di 45 poliambulatori. Abbiamo avuto per molti anni le tariffe più contenute del mercato, una qualità percepita eccelsa e molti nostri professionisti hanno avuto noi come principale datore di lavoro. I finanziatori dell’iniziativa hanno sempre preso rischi non banali ma alla fine hanno sempre portato a casa più soldi di quanti ne avevano messi, con ritorni significativi. Non abbiamo fatto beneficienza ma abbiamo creato valore per i pazienti, per i dipendenti, i professionisti e gli azionisti. Si poteva fare meglio? Assolutamente si, molto meglio. Ma questo è quello che nel concreto siamo riusciti a fare, ed è solo la realtà che risulta alla fine profondamente interessante. Per me ora inizia un altro pezzo di vita, per il Santagostino anche”.