10 Maggio 2019

L’amministrazione comunale fa sapere che è tutto pronto per dare il via alla seconda fase della sperimentazione del nuovo servizio di spazzamento. Sei mesi fa era stato introdotto il divieto di sosta temporaneo in quattro zone della città nei soli giorni e orari di pulizia, con l’obiettivo di migliorare il servizio, il decoro urbano e di controllare in modo più puntuale le auto in sosta lungo le vie cittadine. Da giugno, invece, con il secondo step l’ampiamento dei divieti interesserà altre aree del territorio. Come per la prima fase, nelle prossime settimane saranno apposti avvisi e distribuiti opuscoli informativi in modo da permettere ai residenti interessati di venire a conoscenza per tempo della novità. Ricordiamo che il nuovo piano, messo a punto da Cem Ambiente su richiesta dell’amministrazione in collaborazione con l’ufficio Ecologia, quello tecnico del Comune e la polizia locale, ha avuto come obiettivo quello di rivedere tutti i percorsi delle macchine spazzatrici, ottimizzandone i passaggi sia in termini di tempo che di efficacia. «I risultati di questi primi sei mesi sono stati molto soddisfacenti» spiega il vicesindaco, con delega all’Ecologia, Daniele Restelli. «I controlli effettuati hanno infatti permesso di centrare l’obiettivo di un maggior presidio del territorio, oltre che migliorare sensibilimente  la pulizia delle strade della nostra città. Abbiamo anche accolto alcuni suggerimenti e richieste dei cittadini, modificando gli orari in alcune zone in cui sono state rilevate criticità. Questo passaggio è stato agevolato anche dalle tre assemblee organizzate tra febbraio e marzo che, pur rilevando una scarsa partecipazione da parte dei cittadini stessi, hanno permesso un confronto costruttivo. Per questo motivo prevedo di organizzare altrettanti incontri in autunno: per tornare ad ascoltare i cittadini coinvolti, confidando in una partecipazione più numerosa».



Scarica il PDF dell'edizione 17-2019 (14.0 MB)