11 Gennaio 2019

Non c’è proprio limite alla maleducazione. Non solo la gente abbandona di tutto sui bordi delle strade, ma adesso si addentra anche nelle aree verdi per assicurarsi che nessuna videocamera possa riprenderla. Basta farsi un giro nell’oasi ambientale del Carengione, dove qualcuno ha pensato di abbandonare addirittura un’auto, quasi certamente di provenienza furtiva. Il veicolo giace ribaltato su un lato con il cofano divelto, il motore semidistrutto in bella vista, privo di ruote e con il cofano aperto.



Scarica il PDF dell'edizione 1-2019 (11.4 MB)