14 Febbraio 2020

La mozione di sfiducia, presentata dal Pd nei confronti dell’assessore Franco Ornano, motivata con un conflitto di interessi nella delibera di giunta riguardante il diritto di superificie, non è stata accettata. Il presidente del consiglio, Isabella Rosso, ha motivato la sua decisione con il fatto che l’articolo 90 del regolamento del consiglio comunale non prevede la sfiducia a un solo assessore. E la comunicazione, come era prevedibile, ha fatto andare su tutte le furie i democratici. «Abbiamo presentato una mozione che vuole portare in aula la richiesta di annullamento e riproposizione della delibera incriminata» fanno sapere i rappresentanti del Pd locale, «e un’interpellanza che chiede al sindaco se, al momento della votazione della delibera fosse a conoscenza della situazione del suo assessore. Il sindaco affronterà la questione o si nasconderà ancora dietro cavilli burocratici?».



Scarica il PDF dell'edizione 6-2020 (4.5 MB)