06 Settembre 2019

Sono anni, ormai, che cerco di capire quanto le correnti elettrostatiche che passano attraverso i nostri tralicci possano essere nocive per le persone che vi abitano a ridosso. D’altronde passando sotto l’elettrodotto è impossibile non sentirne le vibrazioni. Quanta potenza hanno queste scariche? Sono mai stati fatti dei monitoraggi? Negli anni sono sempre stato liquidato con sufficienza e nessuna delle amministrazioni a cui mi sono rivolto ha saputo fornirmi dati utili», così Davide Toselli, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, ha raccontato una vicenda che sta suscitando non poca preoccupazione nei residenti di Peschiera. «Poco tempo fa, passeggiando sotto i tralicci in un giorno di pioggia, ho addirittura notato delle scintille che dalla punta dell’ombrello scendevano fino al manico», spiega Toselli. «Allora ho capito che si trattava di vere e proprie scariche elettriche generate dall’elettrodotto stesso. A quel punto ho svolto un’indagine per capire se lungo quel tratto fossero mai stati riscontrati problemi di salute nei residenti. A quanto pare ci sono stati, negli anni, almeno una ventina di casi del raro tumore di Hodgkin, più altre gravi malattie affini, e informandomi ho scoperto che può essere associato alle scariche radioattive dell’elettrodotto».
A quel punto il consigliere ha avvertito Arpa per chiedere che vengano fatte con urgenza delle rilevazioni, ma l’ente ha risposto che può attivarsi solo su richiesta specifica del Comune. «L’importante è che il problema sia stato sollevato, ora sarà il Comune a interloquire con Arpa, speriamo in tempi brevi», dichiara Toselli. «Nel frattempo abbiamo inoltrato ad Arpa i nominativi di 10 famiglie che si sono rese disponibili per le rilevazioni sui loro balconi».
Anche l’amministrazione si è dimostrata sensibile sull’argomento. «Riteniamo l’iniziativa del consigliere Toselli molto interessante al fine di raccogliere dati utili sull’argomento», ha commentato il vicesindaco Marco Righini. «Attendiamo il riscontro di Arpa per ulteriori approfondimenti sul tema». Intanto i Comuni limitrofi hanno, nel tempo, interrato i loro elettrodotti mettendo in sicurezza la salute dei propri cittadini.
 



Scarica il PDF dell'edizione 27-2019 (4.3 MB)