15 Marzo 2019

Il parco di San Bovio ha i suoi  nuovi giochi che sono stati inaugurati mercoledì pomeriggio. E non sono giochi qualsiasi. «L’investimento fatto sul parco dei Piccoli Angeli, dedicato alle vittime del terremoto di San Giuliano di Puglia del 2002, è tanto sostanziale a livello economico quanto importante a livello sociale», ha dichiarato il sindaco Caterina Molinari. «Parliamo di un parco giochi inclusivo che farà da apripista a tutti gli altri progetti che abbiamo in serbo per i nostri giardini pubblici. Per il lavoro svolto dobbiamo ringraziare le commissioni competenti, gli uffici tecnici e le associazioni che agiscono con puntualità e consapevolezza sul territorio, come Quei Bovi di San Bovio che hanno lavorato per regalare dei giochi ai nostri bambini». Stiamo parlando di un investimento di oltre 80mila euro che segna l’inizio di un percorso che non può che essere considerato virtuoso. «L’amministrazione locale ha accolto da subito le sollecitazioni mosse dai cittadini disabili», ha spiegato Marco Rasconi, presidente dell’associazione Uildm per la lotta alla distrofia muscolare. «Solo il 5% dei parchi italiani riesce ad abbattere le barriere sociali che ci impediscono di accedere a servizi pubblici. È giusto partire dai bambini per elaborare un percorso di consapevolezza». Secondo Chiara Gatti, assessore alla partita, questo è un passo cruciale verso un modo alternativo di concepire la socialità tra i più piccoli: «Prima di poter agire ci siamo occupati di normalizzare l’appalto pluriennale per la manutenzione dei parchi previsto dalla legge. Speriamo che i residenti del quartiere si prendano cura delle nuove strutture in modo che possano durare nel tempo».  
Mattia Rigodanza



Scarica il PDF dell'edizione 10-2019 (10.6 MB)