15 Marzo 2019

La discussione riguardo il Bilancio di previsione delle farmacie comunali ha smorzato i toni, peraltro già distesi, dell’ultimo consiglio comunale. I rappresentanti dell’azienda speciale, infatti, dopo aver esposto i risultati degli anni precedenti, hanno spiegato le ragioni che hanno spinto all’elaborazione di una linea previsionale prudente, rispondendo alle domande incalzanti dei gruppi di opposizione, che si sono comunque dichiarati a più riprese favorevoli all’atteggiamento propositivo e trasparente dei vertici delle farmacie comunali. «Sono contento di riscontrare la presa in considerazione dei suggerimenti che, nel corso dell’ultimo anno, avevamo rivolto all’azienda», ha dichiarato il consigliere di Forza Italia Luigi Di Palma rivolgendosi a Marco Dazzo, presidente del consiglio di amministrazione delle farmacie comunali. «Mi riferisco soprattutto all’uso di nuovi software e al ricorso a consulenti esterni». In sostanza, comunque, il messaggio passato è che, visti gli imprevisti di natura diversa occorsi nell’ultimo anno, il bilancio di previsione non poteva che rivelarsi cauto e ragionato, nonostante i profitti siano comunque sempre stati positivi.  
Mattia Rigodanza



Scarica il PDF dell'edizione 10-2019 (10.6 MB)