08 Febbraio 2019

Ennesima polemica tra i consiglieri di minoranza Massimo Chiodo (Gruppo misto) e Davide Toselli (M5S) e il sindaco Caterina Molinari. Questa volta a tenere banco è la questione della sicurezza aeroportuale a Linate. I due esponenti dell’opposizione hanno presentato un’interpellanza per chiedere al sindaco come mai abbia abbandonato il tavolo di collaborazione con i Comuni coinvolti nella vicenda, Segrate e Milano, come hanno riportato, a detta dei consiglieri, alcune estate giornalistiche. Nel documento si fa riferimento a un grosso ammontare di denaro a cui il Comune di Peschiera rinuncerebbe nel caso si dovesse davvero tirare fuori dalla partita. «La convenzione per la gestione della sicurezza, il sanzionamento e la riscossione delle multe presso l’aeroporto di Linate è scaduta nel 2013 e da allora sono sopraggiunte numerose criticità e diatribe», dichiara Chiodo. «Chiediamo al sindaco di relazionarci circa la riunione tenutasi il 29 gennaio tra i sindaci dei tre Comuni coinvolti e di spiegare come mai pare abbia deciso di abbandonare il tavolo di confronto». Ovviamente la risposta non è tardata ad arrivare. «Coloro che hanno presentato l’interpellanza fanno riferimento ad articoli di giornale che hanno riportato una notizia sostanzialmente falsa», ribatte Molinari. «È vero, c’è stato un incontro in prefettura, ma non si è concluso ancora nulla e la formulazione della convenzione è ancora in divenire. In ogni caso, il nostro Comune non si tirerà indietro e firmerà quando giungerà il momento di farlo, ma purtroppo i tempi e i termini non sono ancora definiti. Cercheremo in tutti modi la giusta collaborazione per una gestione responsabile della sicurezza a Linate».
Mattia Rigodanza



Scarica il PDF dell'edizione 5-2019 (13.6 MB)