18 Ottobre 2019

Anche quest’anno il Bilancio partecipativo ha fatto il suo corso, lasciandosi alle spalle spunti positivi ma anche polemiche. I 4 progetti vincitori descrivono bene il quadro della situazione e ci danno una chiara mappa delle criticità riscontrate e delle cose buone da cui ripartire per migliorare un percorso che mira a inclusività e partecipazione. Per quanto riguarda la categoria Cultura ha vinto l’iniziativa “Liberi libri” (412 voti), che prevede l’installazione di appositi contenitori, sparsi sul territorio, attraverso i quali i cittadini potranno scambiarsi volumi. Nella sezione Sociale ha trionfato il progetto “Scuola aperta per…” (430), che si pone l’obiettivo di aprire i locali scolastici al di fuori degli orari di lezione dando vita a incontri, corsi, laboratori e feste rivolte a tutti. Per quanto riguarda lo Sport si aggiudica la vittoria il piano di sistemazione del “Campo da calcetto e da basket al parco degli Angeli” (450). Nella categoria Giovani, infine, ha prevalso il progetto “Here comes the sun” (381), che prevede l’inserimento di pannelli solari fotovoltaici presso le scuole Montalcini e De Andrè, in modo da rendere le strutture ecosostenibili e autosufficienti dal punto di vista energetico. «Anche quest’anno abbiamo messo a disposizione dei cittadini uno strumento utile di democrazia diretta, un dispositivo che avvicina le persone all’amministrazione stimolando la partecipazione», commenta l’assessore alla partita Franco Ornano. «L’affluenza alle urne è stata più bassa, è vero, ma siamo contenti che i giovani abbiano dato il loro contributo perorando la causa ecologica. Dovremo rivedere le tempistiche e altri aspetti per rendere l’iniziativa più accessibile e meno suscettibile di campanilismi. Per il resto, l’iter di promozione e attuazione è andato secondo i piani».  
 



Scarica il PDF dell'edizione 33-2019 (4.8 MB)