04 Ottobre 2019

Ha preso il via a Pioltello il corso di formazione per agenti di polizia locale. Martedì mattina, il sindaco Ivonne Cosciotti e il vicesindaco con delega alla Polizia Locale, Saimon Gaiotto, hanno introdotto la prima giornata di un percorso che andrà avanti fino al mese di novembre. Il corso, dal titolo “Propedeutica al ruolo”, fa parte di un accordo triennale siglato con PoliS-Lombardia, scuola di formazione di Regione Lombardia. «Dopo l’accreditamento ottenuto a maggio, la nostra città è diventata sede della scuola regionale di formazione per agenti»  ha commentato Gaiotto, a margine della mattinata. «Dopo l’accordo, Polis ha svolto un’analisi della nostra organizzazione e proposto un calendario di percorsi di studio su materie giuridiche, informatiche, tecnico-pratiche e di psicologia sociale. La prima iniziativa è appunto questo corso partito martedì».
Sono 29 i Comuni di tutta la Lombardia che faranno riferimento a Pioltello per formare i loro futuri vigili. Novità anche per l’organico pioltellese, che si arricchisce di due nuovi agenti che parteciperanno al corso, e altri due in arrivo.
“La prima lezione di martedì affrontava una tematica molto importante che è quella del come avere a che fare con i cittadini e le persone, magari anche in situazioni non facili, come quando un agente si trova a dare una multa» ha spiegato Gaiotto. «Questo corso darà ai nostri agenti degli elementi essenziali per poter operare per la sicurezza dei cittadini». Pioltello, dunque, si riconferma una città particolarmente attenta al tema della sicurezza. Già ad aprile, la città era stata location della firma del Patto locale per la sicurezza urbana dell’Adda Martesana, alla presenza del prefetto di Milano Renato Saccone e dei rappresentanti dei Comuni e delle polizie locali di 22 Comuni interessati. A questo si aggiunge il potenziamento di dotazioni e mezzi alla polizia, nonché l’ampliamento della caserma dei carabinieri che trasformerà l’attuale Tenenza a Comando, portando i militari da 30 a quasi 90.  
Eleonora D’Errico



Scarica il PDF dell'edizione 31-2019 (5.0 MB)