13 Luglio 2018

Campi di mais distrutti, coltivazioni divelte, raccolto in alcuni casi andato completamente perso e rischio di aggressioni di parassiti per le piante abbattute: è questo il grave bilancio della grandinata che la scorsa settimana si è abbattuta su Pioltello, mettendo in ginocchio gli agricoltori locali. Per aiutarli nella gestione di quanto accaduto e per dare una mano alla loro ripresa, l’amministrazione comunale ha già annunciato l’avvio della procedura per chiedere lo stato di calamità alla Regione e poter così sostenere i proprietari dei terreni colpiti.
«Ci siamo subito attivati per stare vicini ai nostri agricoltori» ha spiegato il vicesindaco Saimon Gaiotto. «L’indomani abbiamo fatto un giro per i campi per renderci conto personalmente della situazione. I danni sono stati ingenti e non è detto che le assicurazioni riescano a far fronte a quanto accaduto, per questo con gli uffici faremo il possibile affinché la Regione sostenga concretamente la nostra agricoltura». Anche l’assessore all’Agricoltura, Giuseppe Bottasini si schiera accanto ai suoi concittadini: «Abbiamo incaricato gli uffici di iniziare a preparare la documentazione per la richiesta dello stato di calamità da inoltrare in Regione Lombardia.  La presenteremo la settimana prossima, dopo il passaggio in giunta previsto per giovedì (ndr, ieri 12 luglio)». Colpiti, in particolare, i terreni agricoli del parco delle Cascine, quelli delle Cascine Croce e Castelletto e di Camposoglio. Centinaia di migliaia di euro i danni. Già dalla prima ricognizione, effettuata nelle giornate immediatamente successive al nubifragio, la criticità della situazione era sotto gli occhi di tutti. «Abbiamo subito rilevato danni importanti ai raccolti di mais e di pomodori» ha commentato Bottasini. «A Cascina Croce il raccolto di pomodori è stato completamente distrutto e le coltivazioni di mais del parco delle Cascine sono talmente danneggiate che le pannocchie rischiano di non poter essere vendute, con una perdita economica inimmaginabile per gli agricoltori». A verifiche iniziate da parte dei periti incaricati dalle assicurazioni, è quasi certo che le polizze non riusciranno a coprire l’intero danno subito. Ma dal municipio fanno sapere che nessuno verrà lasciato solo. Il Comune, quindi, invita tutti gli agricoltori pioltellesi a presentare la richiesta di riconoscimento di calamità naturale, accompagnata da un breve resoconto dei danni subiti, inviandola all’indirizzo Pec protocollo@cert.comune.pioltello.mi.it. Il termine per poterlo fare è mercoledì 18 luglio. «Ci teniamo a ribadire la nostra vicinanza agli agricoltori» hanno concluso i due esponenti della giunta. «Ma soprattutto l’impegno della nostra amministrazione a non lasciarli soli».
Eleonora D’Errico



Scarica il PDF dell'edizione 26-2018 (11.7 MB)