07 Giugno 2019

La divisione Anticrimine della questura di Milano, guidata da Alessandra Simone, ha sequestrato beni per un valore di oltre 3 milioni di euro al pioltellese Francesco Manno, considerato il boss della ‘ndrangheta lombarda. Manno attualmente si trova in carcere (dal 2010) in quanto era stato coinvolto in una maxi operazione denominata “Infinito”. Per lui l’ultima condanna risale al marzo 2017, con una pena di 13 anni. Non è il primo maxi sequestro compiuto dalle forze dell’ordine nei suoi confronti. Proprio a marzo, sempre la divisione anticrimine, gli aveva confiscato beni per un valore pare a un milione di euro. In quell’occasione furono messi i sigilli a due appartamenti, proprio a Pioltello, uno addirittura composto da 9 locali per oltre 200 mq con terrazzo, e a un locale commerciale che veniva utilizzato come bar. E adesso questo secondo colpo nei suoi confronti, proposto dal questore Sergio Bracco e disposto dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale.



Scarica il PDF dell'edizione 21-2019 (12.2 MB)