08 Febbraio 2019

Lo scorso giovedì 25 gennaio alla stazione pioltellese, si era tenuta una commemorazione  della tragedia del treno 10.452, deragliato esattamente un anno prima e che ebbe come conseguenza la morte di tre donne e il ferimento di un centinaio di passeggeri. Ebbene, pochi giorni dopo i pubblici ministeri Maura Ripamonti e Leonardo Lesti, che coordinano le indagini con il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano, a quanto pare avrebbero deciso di allargare il numero dei responsabili e iscrivere altri nomi nel registro degli indagati. I due magistrati, infatti, hanno chiesto e ottenuto da Rete ferroviaria italiana l’organigramma del settore manutenzione che riguarda la tratta interessata dall’incidente. Attualmente su quel registro, con l'ipotesi di disastro ferroviario colposo e omicidio colposo plurimo, si trovano due manager e quattro tecnici di Rfi e due manager di Trenord, ma presto potrebbero arrivare nuovi avvisi di garanzia. Intanto, a fine febbraio, deve essere depositata la super-consulenza degli esperti nominati dai pm, mentre si prevede una richiesta di proroga delle indagini.



Scarica il PDF dell'edizione 5-2019 (13.6 MB)