13 Aprile 2018

Cambio della guardia ai vertici del Pd locale. Nel coordinamento tenutosi mercoledì sera il segretario cittadino Damiano Dalerba ha ratificato le dimissioni. Una decisione che era nell’aria e che ora è diventata ufficiale. Nessun attrito o polemica interna. Lo stesso Dalerba lo spiega con molta tranquillità: «È dal 2013 che ricopro questa carica e credo che 5 anni siano un periodo sufficiente per questa esperienza. A questo va ad aggiungersi un aumento dei miei impegni lavorativi con il tempo da dedicare al partito che si è ridotto notevolmente. Per evitare polemiche o strumentalizzazioni, volevo attendere il congresso nazionale per farmi da parte, ma visto che continua a essere rimandato ho chiesto alla Federazione provinciale la possibilità di un congresso di circolo straordinario per ratificare le dimissioni e mi è stata data risposta positiva. Così l’ho convocato mercoledì, quando ho ufficializzato la mia decisione». Dalerba, inoltre, motiva questa volontà di velocizzare il processo anche per una forma di rispetto verso chi prenderà il suo posto: «Credo sia giusto fare questo passo a due anni dalle prossime amministrative, in maniera tale che chi mi succederà avrà il giusto tempo per insediarsi, comprendere certe dinamiche e preparare al meglio la campagna elettorale che ci vedrà impegnati». E ora si apre lo scenario sul suo successore. Qualche nome sul tavolo pare già esserci. I rumors parlano del capogruppo consiliare Bruno Barsanti, dell’assessore allo Sport Francesco Di Chio e del tesoriere del circolo locale Marco Marsilli. «Sono nomi che ho sentito anche io e sono persone validissime» ammette Dalerba. «Tuttavia credo sia giusto verificare con i diretti interessati se siano intenzionati a dare la loro disponibilità. Quello che posso aggiungere è che lascio un partito dove mi pare che le varie anime siano state rimesse insieme. Credo che si possa arrivare a un nome che riesca a soddisfare tutti».



Scarica il PDF dell'edizione 14-2018 (7.2 MB)