07 Agosto 2020

Forza Italia, PartecipAzione e Cambiamo presentano ufficialmente il loro candidato sindaco: è Laura Aldini. Ennesimo colpo di scena dunque nel panorama del centrodestra. Non è un segreto, infatti, che il candidato ufficioso fosse Adriano Alessandrini. L’aveva dichiarato qualche settimana fa il coordinatore cittadino degli azzurri, Yuri Trebino, dando per scontato l’appoggio anche della Lega. Ma come sappiamo gli esponenti del Carroccio segratese si erano messi di traverso, visto che da mesi sostenevano la non disponibilità ad appoggiare l’ex sindaco di Segrate. E alla fine la loro linea ha prevalso su          quella provinciale e regionale. La Lega si è così alleata con Fratelli d’Italia, sostenendo il nome di Luca Sirtori.

A questo punto, se Alessandrini non è più il leader di Forza Italia, PartecipAzione e Cambiamo si può ipotizzare che lui stesso abbia deciso di non correre in una coalizione di centrodestra ridotta.

Laura Aldini già prima del lockdown per l’emergenza sanitaria, era stata indicata dalle tre forze come la loro carta vincente. Poi la decisione di affidarsi proprio ad Alessandrini l’aveva portata a fare un passo indietro. E ora torna di nuovo a essere lei il nome su cui il triumvirato punta.

In un comunicato Forza Italia la presenta così: “Scende in campo con esperienza, passione e competenza. Per rilanciare la città, e rimettere al centro famiglie ed imprese. Così ha deciso di mettersi in gioco Laura Aldini”. E a rincarare la dose sono Massimiliano Salini, coordinatore regionale di Forza Italia, Graziano Musella, coordinatore provinciale e lo stesso Trebino    “La scelta del movimento è caduta su Laura Aldini: una persona stimata e capace, una professionista dotata di visione politica e valori solidi, grande esperienza ed intelligenza amministrativa, qualità che saprà mettere al servizio di Segrate, consapevole della partita cruciale che stiamo giocando e del momento difficilissimo che viviamo a causa del coronavirus. Le parole d’ordine saranno, quindi, da un lato, condivisione e ascolto di cittadini ed imprese, per individuare le priorità e restare in sintonia con la città, dall’altro, spirito di collaborazione a livello locale con le forze migliori della comunità amministrativa e politica segratese”.

Parola simili quelle spese dai vertici della civica PartecipAzione: “In questi anni Laura Aldini ha supportato la nostra attività in consiglio comunale e molte delle battaglie che la nostra lista civica ha portato avanti sono state agevolate e rese possibili dalla sua grande capacità ed esperienza. Segrate merita un candidato sindaco come l’avvocato Aldini: la sua profonda conoscenza del territorio, delle problematiche amministrative, sociali ed urbanistiche sono un bagaglio importante”.

La lista Cambiamo, invece, come avevamo già scritto un mese fa avrà il nome di Adriano Alessandrini nel simbolo, ma se sarà candidato al consiglio comunale non è specificato. Queste le parole nel suo comunicato a firma del suo coordinatore Marcello Menni, attualmente presidente del consiglio comunale di Pioltello: “La nostra formazione, che si ispira al pragmatismo e al buon governo del presidente Toti, si avvale del fondamentale supporto di Adriano Alessandrini, che di Segrate è stato sindaco e che del territorio segratese è grandissimo conoscitore. Non a caso il nostro simbolo riporta anche il suo nome. Convintamente Cambiamo sostiene Laura Aldini, in un progetto che valorizza impresa e lavoro, attenzione per il sociale e grandi progetti per Segrate”.