26 Ottobre 2018

Non va al di là del pari la Fulgor, che in casa contro il Pro Paullo impatta per 1 a 1. Un match che sulla carta non si presentava proibitivo, in realtà si è dimostrato più insidioso del previsto. Nella prima parte della gara le due squadre pensano più a non farsi male che a offendere. A rompere gli indugi è la Fulgor che, intorno al 30esimo, prima ha una bella occasione con Rossi, sciupata malamente e poi colpisce l’incrocio dei pali con un sinistro a giro di La Torre. Nella ripresa i padroni di casa inseriscono Veneziano e Colnaghi e aumentano i giri del proprio motore. La squadra alza il baricentro, la manovra si fa più pericolosa anche se grandi occasioni da gol non arrivano. Al 75esimo, però, proprio Colnaghi con un guizzo dei suoi si procura un rigore. L’attaccante va sul dischetto e con grande freddezza sigla il vantaggio per la sua squadra. Il difficile sembra fatto, visto che mancano una quindicina di minuti da gestire. All’85esimo, però, una disattenzione della difesa segratese costa molto caro. Calcio di rigore ineccepibile anche per la Pro Paullo e rete del pareggio. La Fulgor non ci sta e si riversa nell’area avversaria alla ricerca dei tre punti. A una manciata di secondi dal termine ancora Colnaghi trova la via del gol, ma il direttore di gara annulla per un fuorigioco che scatena le proteste. Un pareggio, dunque, che lascia amaro in bocca. E domenica va nella tana della capolista Sporting Tlc.



Scarica il PDF dell'edizione 34-2018 (9.7 MB)