08 Febbraio 2024

Come ogni anno, ancora una volta il Comune di Segrate commemora il Giorno del Ricordo, in onore delle le vittime delle foibe e l’esodo giuliano-dalmata. L’appuntamento è fissato per sabato 10 febbraio, a mezzogiorno, nel giardino di via Grande, proprio davanti al monumento dedicato alle vittime, per un momento di riflessione comune. Oltre al sindaco Paolo Micheli e diverse autorità, la cittadinanza è invitata a partecipare. Non potrà invece prendere parte il segratese Piero Tarticchio, presidente del Centro di Cultura Giuliano Dalmata, esule istriano, che visse in prima persona i massacri perpetrati, a causa di un problema fisico. Al suo posto presenzierà la figlia Barbara, che sui social ha lasciato questo breve, ma significativo messaggio: “Sarà un onore per me riportare le parole di mio padre, che a causa di un’importante frattura non potrà intervenire. Siamo grati a Segrate che da tanti anni commemora il Giorno del Ricordo”. La cerimonia si terrà anche in caso di pioggia.