15 Gennaio 2021

L’amministrazione comunale guarda all’idrogeno come combustibile verde per sostenere una città sostenibile. Ad affermarlo è il sindaco Paolo Micheli, che conferma come in questi giorni il personale della Sezione Sviluppo del Territorio del Comune sta seguendo corsi di formazione, per approfondire il tema con esperti che indicheranno i passi da seguire e forniranno supporto nel reperimento dei fondi necessari alla realizzazione dei progetti, Si tratta di bandi europei e investimenti inseriti nel Recovery Fund, che dà ampio spazio di manovra al potenziamento strategico di nuove tecnologie alimentate da idrogeno rinnovabile. “Ho già avuto incontri con società italiane leader del settore, con cui abbiamo identificato aree di possibile interesse per Segrate” spiega il primo cittadino. “Ad esempio applicazioni dell'idrogeno per la produzione locale di energia e calore che potrebbero essere impiegate nel nascente centro Westfield, nei centri direzionali, nei poli sanitari, nelle aree industriali, nei centri residenziali o nei cantieri comunali. Ma anche nel contesto di trasporti pesanti e dei trasporti pubblici, puntando a mezzi col motore a idrogeno negli utilizzi di competenza comunale: bus interni, navette di collegamento verso il centro commerciale e la nuova fermata della metropolitana”. L’idrogeno è un combustibile che non rilascia nell’atmosfera polveri e poco o nulla anidride carbonica.