06 Dicembre 2019

Come spesso accade, la percezione non corrisponde al reale. O, almeno, così certificano i dati ufficiali del 2018 sulla sicurezza a Segrate, resi noti dalla Prefettura di Milano. I reati registrati sono 2.026, in costante calo rispetto agli anni precedenti: 2.195 nel 2016 e 2.117 nel 2017. Entrando un po’ più nel dettaglio, i furti sono passati dai 1.624 del 2016 ai 1.330 del 2018. Quelli in abitazione sono 174, contro i 223 del 2017, mentre negli esercizi commerciali si passa dai 14 del 2017 ai 12 dello scorso anno. «Segrate resta una città sicura dove gli episodi di microcriminalità, del tutto fisiologici, calano anno dopo anno» commenta il sindaco Paolo Micheli. «Comunque possiamo e dobbiamo fare ancora meglio: Installeremo nuove telecamere che monitoreranno i varchi cittadini segnalando in tempo reale eventuali presenze sospette, a breve assumeremo 8 vigili per rafforzare il pattugliamento stradale e, in accordo con i carabinieri, stiamo adeguando la caserma, per garantire un servizio 24 ore su 24». L’assessore alla Polizia Locale, Barbara Bianco, sottolinea invece che «sulla percezione della sicurezza, che è altrettanto importante, dobbiamo ancora lavorare. Per il resto i dati della Prefettura sono precisi: in aumento ci sono solo le truffe e le frodi informatiche».



Scarica il PDF dell'edizione 39-2019 (8.2 MB)