29 Novembre 2019

Con quella che è stata definita la manovra taglia mutui, sono stati cancellati debiti per 13 milioni di euro. Ad affermarlo è il sindaco Paolo Micheli: «Chiudiamo per sempre con gli sperperi del passato che hanno prodotto rate e interessi milionari da pagare». Da due anni la sua amministrazione ha, infatti, deciso di intraprendere   un lavoro per ridurre drasticamente i mutui che erano stati accesi dal Comune. E questa operazione si concluderà proprio il 31 dicembre: «Con quest’ultima rata» prosegue il sindaco, «saranno cancellati  mutui per un importo complessivo di circa 4 milioni e 400mila euro. Insieme alla prima tranche di fine 2018, abbiamo azzerato complessivamente due terzi dei mutui in essere, per un totale di circa 12 milioni di euro. Questo ha permesso di dare un’importante boccata d’ossigeno alle casse del Comune, liberando la spesa corrente dai pesanti legami che avevamo con gli istituti di credito e facendoci uscire dalla palude dei conti in rosso». Il vicesindaco Luca Stanca, titolare della delega al Bilancio, precisa: «L’estinzione anticipata contribuisce al riequilibrio finanziario del Comune. Questa manovra ci consente di  risparmiare un milione e mezzo di euro all’anno tra rate e interessi e impegnare queste risorse per finanziare servizi ai cittadini».
 



Scarica il PDF dell'edizione 38-2019 (4.3 MB)