30 Aprile 2021

Eppure il covid qualcosa di buono ha portato. A un mese dal ritorno alle gare, le allieve e le istruttrici dell’Acquamarina di Segrate hanno le idee chiare: la pandemia non ha fermato nessuno. A parte brevissimi periodi di stop, le ragazze si sono allenate strenuamente e lo stanno dimostrando: podio e risultati importanti per le piccole atlete, gare precise, organizzazione impeccabile da parte della federazione. «È vero, le gare sono senza pubblico, ma ci sono tutta una serie di vantaggi: si svolgono più velocemente, senza tempi d’attesa, in orari prestabiliti, senza interminabili scambi di carta e con risultati in tempo reale» racconta l’istruttrice Sara Simonini. Ultime sfide il weekend scorso. Nella gara di squadra serie D Silver LA 3 (3 attrezzi: corpo libero, trave, volteggio), con la partecipazione di due squadre, entrambe alla loro prima uscita ufficiale nel circuito FGI Silver: 11esima classificata su 33 la formazione di Alice Stasi, Elena Cerlesi, Maglio Irene e Rebecca Colnaghi, 17esima la squadra di Silvia Gatti, Selvaggia Moliterno, Valentina Zuniga, Martina Ciranni e Elena Lamperti. Orgogliose le istruttrici Francesca Paini, Sara Simonini, Martina Paini e Alessandra Pagani. Gare che arrivano a una sola settimana dai grandi successi registrati a Ghedi (Bs) ai campionati individuali LB3 Silver e LB Silver. Medaglia d’oro per Giorgia Scali nella categoria J3, bronzo per Margherita De Lotto, argento e bronzo per Chiara Cerlesi e Linda Pfeiffer nella categoria A4. Greta Arnone è salita sul gradino più alto del podio nella categoria A1 del campionato LB silver. Nella A3 dello stesso campionato, Anita Pettinelli ha portato a casa il bronzo.