07 Giugno 2019

Hanno preso il via lunedì mattina i lavori per la riqualificazione straordinaria delle rampe della passerella ciclopedonale di via Morandi. Un intervento atteso da tempo. In questi primi giorni i cantieri hanno interessato il lato nord, che è stato chiuso a ciclisti e a pedoni. Tuttavia il ponte è rimasto aperto. Chi proviene da San Felice potrà utilizzare l’accesso elicoidale per raggiungere il piazzale della stazione (e viceversa).
«Abbiamo iniziato questo intervento sulla passerella ciclopedonale, un fondamentale nodo di connessione tra i quartieri di Segrate a nord e quelli a sud e l’Idroscalo proprio lunedì che era la Giornata mondiale della bicicletta» il commento del sindaco Paolo Micheli. «Si tratta di lavori che erano necessari, in considerazione del deterioramento della passeggiata in legno, che abbiamo deciso di rifare con un materiale più sicuro e più adatto a una struttura all’aperto». Il costo totale dell’intervento si aggira sui 300mila euro ed entro luglio restituirà ai segratesi una struttura completamente rinnovata, sia sul lato della ciclabile che su quello pedonale, con il consolidamento della struttura. Lo spazio in legno dedicato al passaggio dei pedoni verrà sostituito con materiale considerato più resistente e durevole nel tempo, mentre l’intervento sulla pista ciclabile consiste nel suo rifacimento e nel livellamento della pavimentazione. La rampa sud, attualmente sprovvista di illuminazione, verrà dotata di un moderno impianto di luci a led. L’opera verrà completata con la riverniciatura dei parapetti, la potatura dei cespugli e degli alberi che riducono la visibilità e il rifacimento della segnaletica orizzontale. Ma l’intervento sulla passerella che porta al Ponte degli specchietti non sarà l’unico. In programma c’è anche la riqualificazione del passaggio che collega Lavanderie all’Esselunga. Dopo la progettazione, nei prossimi mesi sarà compiuta una verifica strutturale, dopodiché sarà rifatta la pavimentazione in legno e verranno sistemate le parti in metallo.



Scarica il PDF dell'edizione 21-2019 (12.2 MB)