07 Giugno 2019

Circa trecento studenti delle scuole medie Galbusera, Sabin e Schweitzer hanno preso parte alla quinta edizione del progetto “Energia, un’idea per cambiare, quando meno è meglio”, promossa da Engie Italia, player dell’energia e dei servizi, con il patrocinio del Comune. I ragazzi hanno realizzato una serie di progetti finalizzati, appunto, al minor e miglior consumo di energia e valutati da una giuria tecnica formata da rappresentanti del Comune, di Engie e di Momotarò (azienda specializzata nella realizzazione di progetti di divertimento educativo). «Abbiamo apprezzato la proposta di Engie e di Momotarò di far riflettere i ragazzi sul tema dello spreco energetico, e quindi del corretto consumo e dell’attenzione imprescindibile all’ambiente» ha dichiarato Gianluca Poldi, assessore alla Scuola. «Solo partendo dalle proprie abitudini energetiche, infatti si può sperare di cambiare qualcosa. Tutto il mondo in cui viviamo è energia, ma anche noi siamo energia: l’unica che vale la pena di spendere fino in fondo per migliorare il pianeta». A fargli eco Daniele Bellotto, Direttore area nord ovest di Engi: «Vorrei ringraziare i ragazzi per aver realizzato progetti che pongono il bene comune al centro. A Segrate siamo partner del Comune dal 2012, con un progetto di efficientamento energetico che coinvolge circa 40 edifici comunali tra scuole, biblioteche ed uffici, contribuendo alla riduzione di oltre il 25% della spesa energetica con un conseguente taglio delle emissioni in atmosfera di oltre 350 tonnellate di anidride carbonica ogni anno».



Scarica il PDF dell'edizione 21-2019 (12.2 MB)