30 Ottobre 2020

Numeri che fanno tremare i polsi quelli snocciolati ieri sera, giovedì 29 ottobre, dal sindaco Paolo Micheli. Sono, infatti, 460 i segratesi che attualmente risultano positivi al covid. 250 accertati da Ats, 210 segnalati dai medici di base. Si tratta di un bollettino cresciuto di 63 persone in sole 24 ore. Ma no  finisce qui. 28 classi su 204 delle scuole pubbliche e private sono in isolamento fiduciario, il che vuol dire 1 studente su 7. “Moltiplicando questo dato per 20, il numero medio di alunni in una classe, il risultato ci dice che 560 famiglie segratesi sono coinvolte in una quarantena e quindi da possibili casi di nuovi contagi” commenta preoccupato Micheli. L’unico dato confortante, su cui però non ci si deve assolutamente cullare, è che al momento sono solamente 6 i segratesi gravi in ospedale.

“I contati aumentano con un ritmo giornaliero vertiginoso e iniziano a fare paura” prosegue il sindaco. “Una situazione molto difficile da gestire per tutti, a livello sanitario, istituzionale e famigliare. Dobbiamo sperare che le misure introdotte dal governo tra qualche giorno inizino finalmente a dare i loro frutti e che questa impennata di contagi diminuisca presto per scongiurare un nuovo e drammatico lockdown. Nel frattempo tutti possiamo e dobbiamo fare le cose giuste: rispettiamo le regole di prevenzione e limitiamo i nostri contatti quotidiani. Invito caldamente le persone più anziane a uscire di casa solo se strettamente necessario, raccomandazione che estendo anche ai più giovani che purtroppo sto vedendo troppo spesso non indossare le mascherine e non rispettare le distanze di sicurezza. In questo momento over 70 e under 18 sono le categorie più fragili, i primi perché sono quelli che più frequentemente si ammalano con conseguenze serie, i secondi perché spesso da asintomatici sono un veicolo straordinario per il virus. Sto valutando di emanare un'ordinanza severa su questo tema ma vorrei davvero fosse un'ultima opzione”. Il primo cittadino, infine, accenna al fatto che gli sono arrivate diverse segnalazioni di isolamenti fiduciari che non vengono rispettati: “I bambini e i ragazzi sottoposti a questa misura precauzionale non devono assolutamente uscire di casa. Non portateli a giocare al parchetto e non fateli partecipare a nessuna attività”.