30 Novembre 2018

Accendiamo un faro su Novegro». Con queste parole l’assessore con delega al quartiere Barbara Bianco commenta la variazione di Bilancio, che proprio nel momento in cui andiamo in stampa sarà portata in aula consiliare, e che prevede uno stanziamento di 500mila euro per riqualificare la frazione. «Sono stata più volte nel quartiere per verificare di persona la situazione e capire le reali necessità dei residenti» prosegue l’assessore «Nel mese di ottobre inoltre ho avuto due incontri con la commissione Novegro e con i cittadini, insieme ai tecnici dei Lavori Pubblici, del Verde e dell’Ambiente, per ascoltare le richieste della gente e capire come intervenire. Già in commissione dissi che era necessaria una delibera di giunta nella quale si doveva organizzare una sorta di super coordinamento all’interno del Comune, dove ogni singolo funzionario avesse la possibilità di interfacciarsi. Ora direi che ci siamo». Se, come pare piuttosto sicuro, in consiglio sarà passata la variazione di Bilancio, si procederà con la seconda fase. «Fisserò un nuovo incontro con le parti interessate per dotarci di un cronoprogramma» prosegue Bianco. «Con 500mila euro si possono fare cose importanti, ma fondamentale sarà avere le idee chiare per procedere spediti. Abbiamo in mente un progetto sociale che avrà senso se prima si lavorerà sul degrado del quartiere. Partiamo con la riqualificazione urbana e subito dopo interveniamo sul sociale». Durante gli incontri con i residenti, le segnalazioni emerse hanno riguardato in particolare cinque punti su cui l’amministrazione intenderà concentrare i suoi interventi: verde, Amsa, sicurezza stradale, arredo urbano, manutenzione di parchi, strade e marciapiedi. Ogni punto a sua volta ha una serie di specifiche. Ad esempio per quanto riguarda il verde, viene segnalato che il parchetto di via Foscolo necessita di uno sfalcio e una potatura agli alberi o per quanto riguarda la situazione dei marciapiedi viene fatto un elenco delle strade che hanno bisogno di intervento prioritario.
«I residenti hanno anche ammesso una situazione di trasandatezza generalizzata, aggravata dall’incuria di molti degli stessi abitanti che mostrano pochissima attenzione nei confronti di spazi pubblici» fa presente l’assessore. «Anche per questo c’è stata chiesta l’eventuale installazione di  videocamere». Ma da dove si partirà? «Da una richiesta pressante, quella di avere un’area cani, oltre che a mettere in condizioni di fruibilità i parchetti di via Foscolo e via Dante. Inoltre creeremo gli orti sociali, che sono un’ottima possibilità di aggregazione, e sistemeremo gli impianti di illuminazione», conclude Bianco.



Scarica il PDF dell'edizione 38-2018 (16.9 MB)