10 Maggio 2019

L’amore si può manifestare in mille modi. C’è chi lo dimostra con gesti quotidiani, chi preferisce una frase dolce, magari con un messaggino whatsapp, chi regala fiori o cioccolatini, chi canta una serenata o recita una poesia. E poi c’è chi decide di fare le cose alla grande. Come l’anonima mano che martedì ha attaccato uno striscione sulla recinzione che costeggia la ciclabile tra la rotonda della Rivoltana e l’entrata di San Felice. E il tenore della scritta non lascia dubbi: un appellativo (“bambolina”), due domande consequenziali (“Te l’ho detto oggi? Che cosa?”) e la risposta che sa di dichiarazione appassionata (“Che ti amo e sei la più bella del mondo”). E siccome siamo curiosi, invitiamo il novello Cirano a farsi vivo e a raccontarci cosa l’ha spinto a un gesto tanto dolce, quanto eclatante.



Scarica il PDF dell'edizione 17-2019 (14.0 MB)