07 Luglio 2017

Come consuetudine, ogni anno alla San Rocco festeggiamo l’arrivo dell’estate a suon di musica e divertimento. In questa occasione il tema è stato il circo, con la partecipazione dei clown dell’associazione Tondonasorosso, i giochi all’aperto e la musica dal vivo con Alex e Mark.
L’adesione degli ospiti, parenti e visitatori è stata grandissima e alle 17 abbiamo aggiunto spuntini estivi e la tanto attesa anguriata. La nostra Residenza investe molto su eventi di questo tipo, che non solo rappresentano un momento di svago e di rottura della routine per l’ospite, ma anche un’occasione di incontro, scambio e condivisione da trascorrere coi propri parenti e operatori della struttura. L’obiettivo principale è quello di favorire la socializzazione e, secondariamente, quello di stimolare la percezione del tempo e dello spazio, attraverso eventi specifici cadenzati dalle stagioni e che ne riproducano le usanze e le tradizioni. In questo caso, si è celebrata la stagione estiva facendo rivivere il clima della festa all’aperto fino a sera, con l’esperienza del circo e dell’happy hour.
In attesa dell’evento alcuni dei nostri ospiti si sono recati in visita presso la scuola materna Arcobaleno di Rovagnasco, dove hanno incontrato i piccoli alunni, che li hanno accolti con entusiasmo tra canti e poesie. L’incontro ha concluso in bellezza un progetto annuale in cui anziani e bambini si sono ritrovati e confrontati durante la stagione scolastica. In questo ultimo incontro i bambini hanno recitato una lunga poesia in cui è stato riassunto il contenuto dei precedenti incontri nonché tutto il loro affetto. I nostri nonni si sono molto emozionati e hanno vissuto intensamente questo momento. Le uscite per noi della San Rocco sono molto importati, sugellano e mantengono vivi i legami col territorio, favorendo il mantenimento delle abitudini di vita e il contatto con la città.

Filastrocchiamo per… i nonni
Dopo una lunga passeggiata per le vie del nostro quartiere,
questa vostra grande casa siamo arrivati a vedere.
Ci avete accolto, cari nonnetti,
scrutandoci con occhi curiosi e furbetti.
Con tranquillità e pazienza abbiamo fatto la vostra conoscenza,
tra sorrisi e con simpatia è nata subito l’amicizia, per noi,
la cosa più importante è che ci sia.
Il due ottobre siamo arrivati
E vi abbiamo festeggiati:
è vero non siamo proprio nipotini, ma pur sempre dei bambini!
Poi il Natale in compagnia
è la cosa più bella che ci sia…
Il racconto del passato ci ha lasciato senza fiato,
e da lì abbiamo imparato che la cosa più importante
non è avere tanti giochi,
ma non essere mai soli.
Ed in men che non si dica guarda un po’ chi arriva?
È arrivato il Carnevale e con lui ogni scherzo vale!
Noi però cuochi provetti
siamo stati proprio perfetti:
uova, burro e farina ecco qua la mascherina,
che in realtà è un buon biscotto da gustare quando è cotto.
Tra balli canti e scherzettini, che ridere con noi bambini…
Non poteva certo mancare quest’ultima tappa:
ci dovevate venire a trovare.
Avervi qui alla nostra scuola è una vera magia che il tempo porta via…
Siete grandi e noi piccini,
ma ci sentiamo tanto vicini,
perché ciò che c’è di più vero è l’amore puro e sincero,
quello che è nato semplicemente, solo dal cuore e non dalla mente!


I bambini e le bambine della classe blu



Scarica il PDF dell'edizione (4.8 MB)