20 Dicembre 2019

N ella Residenza Anni Azzurri San Rocco  diverse sono le figure professionali che si occupano del benessere, della salute e del tempo libero degli ospiti, al fine di non farli sentire mai soli e di offrire non solo cure mediche o fisiche, ma anche affetto, conforto e sorrisi.
Per gli anziani l’ingresso in una struttura, come in una casa di riposo, è uno degli eventi più delicati e difficili dell’intera esistenza, sia per le ripercussioni sull’equilibrio della persona, sia perché rappresenta un cambiamento radicale di vita. E questo vale sia per l’ anziano che per la famiglia.
Al fine di garantire una permanenza serena degli anziani all’interno di una casa di riposo o di una residenza sanitaria assistenziale, è necessario mettere al centro il paziente. Per ognuno di loro sarà necessario valorizzare l’aspetto fisico, mentale e sociale per farlo sentire a proprio agio.
È proprio questo fanno tutti i nostri operatori, angeli custodi per i nostri ospiti, che, giorno per giorno, si prendono cura di loro e che, con amore, passione e dedizione, rendono più leggeri gli effetti dell’istituzionalizzazione.
Gli operatori addetti all’assistenza socio-sanitaria  (OSS) sono quelle figure professionali a contatto tutti i giorni con gli anziani, dei quale si prendono cura dei loro bisogni primari. Gli OSS sono le figure principali nelle case di riposo poiché numericamente sono
i più presenti in struttura
sempre, 24 ore su 24.
A differenza dell’operatore socio sanitario ospedaliero che solitamente conosce e assiste i pazienti solo durante i pochi giorni del loro ricovero in ospedale, l’Oss in casa di riposo si ritrova spesso ad assistere gli ospiti anche per anni. Per questo motivo, condivide con loro una parte di vita, la terza età, una fase molto delicata poiché è quella del tramonto. Affronta insieme a loro stati d’animo ed emozioni profonde, talvolta dovendo sopperire alla lontananza dei familiari.
Devono essere in grado di assolvere tutti i bisogni di primo livello, devono garantire l’igiene e il decoro del singolo, devono assicurare che abbiano una corretta deambulazione e mobilizzazione su letto o sedia a rotella, ma non solo.
Il bello dei nostri operatori è che spesso si fermano a parlare con gli ospiti, regalano carezze, sorrisi e risate, discorsi profondi e baci affettuosi e questo crea benessere e sollievo per ognuno di loro che si sente come a casa, poiché l’atmosfera che si cerca di ricreare è quella di una grande famiglia allargata affinché ognuno non si senta mai solo e sempre protetto e sicuro.
In sostanza, tutti i nostri Operatori socio-sanitari sono una colonna portante nella Rsa San Rocco. Essi operano e collaborano con le diverse figure professionali al fine di prestare molteplici servizi agli anziani assistiti, costituendo proprio un ponte tra l’universo dei pazienti e il mondo dei medici, degli infermieri, dei fisioterapisti e degli educatori, ma in particolare, come già detto, sono dei veri e propri angeli custodi per tutti gli ospiti.
Per questo e tanto altro è doveroso ringraziarli per tutto ciò che fanno, per l’importanza che hanno e per la professionalità e l’umanità che mettono per i nostri “nonni”.


Angela Marghella
(educatrice)



Scarica il PDF dell'edizione (4.8 MB)