08 Novembre 2019

Q    uando si parla di castagne, si parla anche di tradizione... Per questo motivo, ormai da qualche anno, a ottobre si organizza la “Festa delle Castagne”, evento molto atteso dagli ospiti della Residenza Anni Azzurri Il Melograno. Ci siamo rese conto infatti che, chiacchierando con i nonni della struttura, il momento della raccolta e l’assaggio di questo delizioso frutto di stagione rappresentava un momento di unione e condivisione famigliare. Alcuni dei nostri anziani hanno raccontato di quando tutte le famiglie, soprattutto quelle contadine, tra settembre e ottobre, andavano a raccogliere le castagne nel bosco con le gerle per poter prendere più frutti possibili. Il motivo di questa ricerca “frenetica” era legata al fatto che il castagno con i suoi frutti era in grado di sfamare intere famiglie. Infatti, i nostri ospiti ci hanno anche raccontato che delle castagne non si buttava via nulla: il frutto “buono” era nutrimento per l’uomo, quello “guasto” per gli animali, le scorze si usavano l’anno successivo per alimentare il fuoco, le foglie come lettiera per il bestiame nelle stalle. Il legname stesso serviva a riscaldare i casolari e diventava materia prima per costruzioni e attrezzi di uso quotidiano. Questo legame dei nostri anziani con la tradizione contadina, ci spinge ogni anno a riproporre la “Festa delle Castagne”. Come d’abitudine nei giorni che precedono l’evento, insieme ai nostri ospiti abbiamo creato degli addobbi a tema per allestire la sala della festa. Inoltre abbiamo realizzato anche i “cuppetiello”, i tradizionali cartocci, per mettere le caldarroste; e così domenica 20 ottobre, tutto era pronto per dare inizio all’avvenimento. Il pomeriggio, come ogni festa che si rispetta, è stata allietata dalla musica e dalla voce del cantante chiamato per l’occasione, ormai conosciuto e apprezzato dai nostri anziani: Alex Serrafino. Tra balli e canti e il profumo delle caldarroste, i nostri ospiti hanno potuto degustare un’ottima merenda, con la torta dei compleanni. Numerosa è stata la partecipazione di parenti e amici che hanno davvero apprezzato l’atmosfera che si è respirata durante la giornata. Anche i nostri ospiti si sono mostrati felici e sereni di poter in qualche modo rivivere i momenti passati in famiglia durante la loro infanzia. Saranno naturalmente ancora numerosi gli eventi che allieteranno i nostri nonni nel prossimo mese. Continuano, infatti, gli appuntamenti con L’università della Terza Età, con altri 4 incontri con diversi argomenti, che spaziano dall’arte alle culture nel mondo. Questi eventi rappresentano sempre dei bei momenti di aggregazione molto apprezzati dai nostri ospiti. Vi diamo appuntamento il mese prossimo con nuove iniziative!



Scarica il PDF dell'edizione (4.8 MB)