20 Novembre 2015

Incontriamo il prof. Marco Galeone, presidente dell’Azienda Speciale Farmacie Comunali di Peschiera Borromeo.
Buongiorno presidente, ci spiega perché le Farmacie Comunali hanno voluto organizzare insieme con l’amministrazione comunale un evento culturale a Peschiera  Borromeo?
«Nel nuovo Statuto dell’Azienda Speciale è scritto che “l'Azienda promuove incontri pubblici in accordo con gli organi comunali e le associazioni di volontariato presenti sul territorio su temi ritenuti d’interesse dalla popolazione riguardanti la salute, la medicina preventiva e la disabilità. Siamo semplicemente passati dalla parole ai fatti e abbiamo invitato a Peschiera due scienziati di fama internazionale: Maurizio D’Incalci e Lisa Vozza».
Non è cosa facile parlare a un’ampia platea di cultura scientifica, non crede?
«Come dice Garattini, fondatore dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, lo stesso istituto in cui il dottor D’Incalci dirige il dipartimento di oncologia, se aumenta la cultura medica della popolazione e in particolare degli ammalati, si ha un vantaggio generale perché il paziente diventa partecipe delle decisioni che riguardano la propria salute».
Lei ha sempre detto che le Farmacie non devono essere dei “ricettifici” ma dei centri di servizi, giusto?
«Sì, l’ho sempre sostenuto e lo ripeto in ogni occasione pubblica in cui vengo invitato a parlare. Le Farmacie devono diventare un presidio territoriale della salute a cui si rivolge il cittadino per soddisfare tutti i suoi bisogni primari relativi alla salute: esami clinici di base, dietologia, consultazione con specialisti, eccetera».
E la cultura fa bene alla salute?
«Assolutamente sì! Non dimentichiamoci che è la stessa Unione Europea a ricordarci che la promozione e la diffusione della cultura scientifica sono necessarie per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva».
Ci sono state altre iniziative, oltre a queste per la cittadinanza da parte del nuovo Consiglio di Amministrazione?
«Abbiamo distribuito oltre 3000 carte fedeltà in tutta Peschiera Borromeo da usare nella Farmacia di via Dante e in quella di via Liberazione, grazie anche alla preziosa collaborazione con i centri anziani e le associazione locali».
Ci spiega come funzione la Carta?
«La Carta consente di accumulare  punti (un punto ogni  € 20,00 di spesa sostenuta presso le due farmacie - per l’acquisto di prodotti esclusivamente parafarmaceutici) e al raggiungimento di venti punti dà diritto a un buono sconto di € 40,00 per l’acquisto di parafarmaci. È
escluso  ogni tipo di farmaco e quindi anche i farmaci da banco, OTC e SOP nonché i prodotti omeopatici e i ticket... La Carta ha validità per gli acquisti di parafarmaci effettuati dalla data di attivazione fino al 31.12.2016».
Grazie e buon lavoro a tutto il CDA dell’Azienda Speciale Farmacie Comunali.



Scarica il PDF dell'edizione (4.8 MB)