11 Maggio 2018

La medicina estetica è un settore della medicina tradizionale indirizzato al trattamento di un inestetismo corporeo che può essere di tipo costituzionale, evolutivo o consequenziale ad un particolare evento.
La medicina estetica focalizza l’attenzione sull’intervento estetico, dopo che si è valutato lo stato di salute generale, e orienta verso gli eventuali trattamenti.
COSA FARE
È fondamentale una corretta detersione della pelle. Quello della pulizia dovrebbe essere un rituale quotidiano, un appuntamento fisso per la salute e il benessere dell’epidermide.
Basilare l’integrazione della medicina estetica con la cosmeceutica  quotidiana da effettuare  a domicilio su consiglio del medico estetico.
PERCHÈ
I trattamenti di medicina estetica consentono di migliorare l’aspetto del viso che, con il trascorrere del tempo, perde volume, tonicità, freschezza. Infatti, con l’avanzare dell’età, i livelli di acido ialuronico diminuiscono facendo sì che la pelle appaia sempre più spenta e priva di tono, contemporaneamente alla comparsa delle prime rughe. Con l’invecchiamento cutaneo è naturale che si creino rughe, macchie e assottigliamento della pelle. Grazie alla medicina estetica è possibile correggere e migliorare i problemi che il tempo porta con sé.
Un buon utilizzo della medicina estetica è quello di prevenzione: i trattamenti non devono causare stravolgimenti della fisionomia del volto. La buona medicina estetica è quella che c’è ma non si vede.
Medicina estetica per viso e corpo grazie ad apparecchiature di ultima generazione.
Principale  vantaggio della medicina estetica: trattamenti meno invasivi e con minori tempi di recupero rispetto alla chirurgia estetica.
Trattamenti per
Macchie cutanee ipercromiche: peeling chimici che stimolano un’esfoliazione accelerata attraverso l’uso di sostanze chimiche.
Ringiovanimento cutaneo del viso: i trattamenti di radiofrequenza tripolare, associata all’energia ibrida, consentono di ottenere una riduzione delle rughe, una volumizzazione dermica, un rimodellamento del contorno del viso, un aumento della luminosità e del turgore.
La radiofrequenza lavora sulla riattivazione dei meccanismi biochimici della pelle, dalla superficie fino alle zone più profonde, mettendo in atto una serie di meccanismi riparativi naturali, a partire dalla stimolazione dei fibroblasti, le cellule del derma che producono nuovo collagene ed elastina, che danno tono ed elasticità alla pelle, mantenendola giovane.Quindi, oltre a lavorare sulle rughe superficiali, la radiofrequenza agisce anche sulla tonificazione del tessuto connettivo sottostante.
QUANDO?
Una volta ogni 15 giorni, da 4 a 6 sedute della durata di circa mezz’ora l’una.
Un trattamento che viene costantemente controllato con verifiche diagnostiche.  
In associazione è possibile utilizzare il PRP (plasma ricco in piastrine), tecnica di rigenerazione dei tessuti cutanei e sottocutanei con il quale si ottiene una biorivitalizzazione.Il PRP viene ottenuto prelevando del sangue dal soggetto che deve essere trattato; dopo il prelievo il sangue viene sottoposto a processi di centrifugazione e separazione cellulare, dando origine al PRP. Questo stimola attivamente e con risultati sorprendenti i processi di rigenerazione tissutale. Questo trattamento si può praticare sia a scopo preventivo, a partire dai 28-30 anni, che contro l’invecchiamento cutaneo delle pelli più mature, a livello di viso, collo e décolleté e per il dorso delle mani.
Il PRP è una tecnica biologica che tende a ottimizzare i parametri fisiologici cutanei con risultati che possono manifestarsi con un eccellente miglioramento dell’estetica della pelle.
RADIOFREQUENZA
Un lifting non chirurgico:
pelle compatta e tonica, rallentamento e riduzione dei segni del tempo, rivitalizzazione e migliore ossigenazione dei tessuti di viso, collo, mani e corpo.
RUGHE
Il trattamento delle rughe può essere effettuato anche con filler riassorbibili a base di acido ialuronico. È possibile eseguire anche la biorivitalizzazione per favorire la riattivazione dei fibroblasti a produrre fibre collagene ed elastina e ottenere così miglioramenti in termini di compattezza ed elasticità della pelle.
INESTETISMI
La medicina estetica si prende cura anche degli inestetismi del corpo, tra questi adiposita’ localizzata e cellulite. La radiofrequenza tripolare con DMA (attivazione muscolare dinamica) agisce contemporaneamente su derma, ipoderma (grasso), e sugli strati muscolari per apportare in modo non invasivo massima riduzione del grasso e rimodellamento corporeo. La radiofrequenza riscalda gli strati di tessuto sottocutaneo stimolando il rilascio di grasso liquido dalle cellule e accelerando il naturale metabolismo dello stesso.
Per il trattamento dell’adiposità localizzata è disponibile anche la criotermolipolisi, tecnica non invasiva indolore che prevede il raffreddamento controllato delle cellule di grasso per innescare il processo di lipolisi. La termolisi consente di drenare le cellule di grasso portate ad apoptosi.
MESOTERAPIA
Tra i trattamenti per la cellulite, oltre a un corretto stile di vita (bere acqua in abbondanza, ridurre l’assunzione di sale, mangiare frutta e verdura, non fumare), si può ricorrere a questo trattamento. Si tratta di microiniezioni intradermiche loco-regionali che consentono di concentrare il farmaco solo dove serve. I farmaci e gli omeopatici utilizzati hanno un’azione drenante e un effetto lipolitico e facilitano la rottura delle cellule adipose con liberazione e conseguente riduzione del grasso. La mesoterapia consente di utilizzare una minore quantità di prodotto e quindi di causare minori effetti collaterali: il fatto che il farmaco venga somministrato esattamente dove dovrà agire, e nella quantità minima necessaria, fa sì che se ne eviti la parziale dispersione, purtroppo inevitabile in caso di farmaci somministrati ad esempio per via sistemica. Si possono trattare diversi distretti corporei: glutei, coulotte de cheval, addome, ginocchia, fianchi, interno ed esterno cosce.
La mesoterapia per la cellulite può essere drenante, finalizzata quindi a correggere il ristagno di liquidi in eccesso, o lipolitica, vale a dire mirata all’eliminazione dell’adipe localizzato, migliorando il generale metabolismo cellulare.
EPILAZIONE PERMANENTE
Altro trattamento di medicina estetica è l’epilazione permanente con luce pulsata e laser a diodi. Entrambi i sistemi si basano su  processi di foto-termolisi selettiva che surriscalda il pelo lasciando inalterata la pelle attorno. Il laser genera onde luminose a una sola lunghezza d’onda mentre la luce pulsata si caratterizza per l’utilizzo di onde a diversa lunghezza. In entrambe le situazioni si assiste alla trasformazione del pelo da irsuto a vello fino alla sua eliminazione. Il fascio di energia luminosa colpisce il pigmento scuro del bulbo pilifero e ne provoca l’indebolimento fino alla definitiva scomparsa. Questi trattamenti sono eseguibili su pelle non abbronzata, che non sia affetta da patologie cutanee e non presenti ferite o escoriazioni. Il numero delle sedute varia a seconda della situazione del paziente.
DOVE?
Tutto questo è possibile presso il nostro MEDEOR Centro di Medicina Preventiva e Cura.
 

Alessandra Porta, Direttore sanitario



Scarica il PDF dell'edizione (4.8 MB)