24 Gennaio 2020

Ora è ufficiale, PizzaAut parteciperà al Campionato mondiale della pizza 2020, categoria Pizza in pala. Nei giorni scorsi gli organizzatori hanno accettato l’iscrizione e così  Alessandro e Matteo si apprestano a vivere questa meravigliosa esperienza. Il campionato si disputerà a Parma e vedrà in gara oltre 700 concorrenti, provenienti da tutto il mondo. Per prepararsi al meglio i due rappresentanti di PizzAut  lavoreranno a stretto contatto con il maestro Teo Chiancone, grande esperto di farine e di pizze, che sta facendo loro da tutor da sei mesi e proseguirà questa collaborazione fino al 22 aprile.
«I ragazzi vivono questa sfida come un gioco» spiega Nico Acampora, fondatore del progetto PizzAut. «Si preparano senza pensare alla vittoria o alla sfida in sé, ma solo al piacere di cucinare per gli altri, anche se in questo caso gli altri saranno dei giudici e dei grandi maestri pizzaioli. Direi che il più emozionato sono proprio io».
Quest’anno, per la prima volta, Alessandro e Matteo sono stati inseriti nella categoria Pizza in pala che sarà proprio la grande specialità di PizzAut, un impasto lievitato 72 ore e preparato con grani e farine ricercate.
«La nostra presenza al Campionato mondiale è un altro tassello che testimonia come un’inclusione vera sia possibile» prosegue Acampora. «I nostri ragazzi parteciperanno alla pari con altri professionisti, non avranno agevolazioni di nessun genere se non il grande affetto che riservano loro gli organizzatori e gli altri pizzaioli. Concorreranno come professionisti. Dovranno essere capaci di ritagliarsi uno spazio solamente con la loro bravura». L’anno scorso entrambi i ragazzi, nella specialità Pizza classica, si erano piazzati nei primi 100.



Scarica il PDF dell'edizione 3-2020 (4.7 MB)