06 Dicembre 2019

Una perdita che ha lasciato tutti senza parole, quella di Giorgio Perego, scomparso mercoledì mattina.
Figlio di un partigiano, professore appassionato e cultore di storia, Giorgio è stato anche presidente del consiglio, amato e stimato da tutti. Antifascista, ha speso moltissimo tempo della sua vita a raccogliere documenti, incontrare i partigiani in vita, le famiglie di quelli scomparsi e scrivere testi, in particolare per trasmettere alle nuove generazioni i valori della Resistenza. “Col cuore in gola” del 1995 è considerato ancora oggi il libro più completo di quel periodo storico cernuschese. “Nonostante la malattia”, scrive la sezione locale dell’Anpi. “Giorgio ha voluto partecipare al percorso che abbiamo intrapreso con i ragazzi delle terze medie della Hack in alcuni luoghi della memoria resistenziale di Cernusco. A lui il compito di raccontare la storia del monumento ai Caduti di piazza Martiri della Libertà, allora piazza del Littorio, il cuore politico della Cernusco fascista”. Cordoglio alla sua famiglia, per la sua scomparsa, è stato espresso da numerose autorità cittadine.



Scarica il PDF dell'edizione 39-2019 (8.2 MB)