06 Luglio 2018

Sarà Marco Cornaghi il nuovo allenatore della Prima Squadra della Pallacanesto Libertas Cernusco. La società, dopo aver deciso di interrompere il rapporto con Paolo Gandini, ha valutato l’opportunità di andare avanti con una scelta interna. E così Cornaghi, storico allenatore delle giovanili, fa il salto di categoria e per la prima volta si troverà su una panchina Senior. «Quando la dirigenza mi ha prospettato questa ipotesi, ho chiesto di capire bene quale fosse il progetto e mi sono preso qualche giorno di riflessione» spiega Cornaghi, «e alla fine ho accettato.   È stata una chiamata per certi versi inaspettata, ma che mi riempie di orgoglio. Per me questa opportunità è un percorso di crescita importante. L’anno appena terminato ha visto la Prima Squadra giocare un ottimo campionato, siamo consapevoli che non sarà facile ripeterci, ma con la società abbiamo deciso di portare avanti un lavoro biennale, con un ricambio generazionale. Siamo riusciti a confermare anche per la prossima stagione Guffanti, Mercante e Beretta, tre giocatori da quintetto base. Adesso dovremmo guardarci in giro e cercare qualche giovane interessante da inserire nel roster, che sarà meno profondo rispetto a quello attuale. A loro si aggiungeranno inoltre alcuni ragazzi delle giovanili. L’obiettivo è quello di impostare partite su ritmi elevati. Insomma, portare un po’ del mio mondo under in quello senior. Non siamo professionisti, ma servirà molta professionalità da parte di tutti». Cornaghi comunque non abbandonerà del tutto i “suoi” ragazzi. Resterà, infatti, responsabile tecnico e supervisore del settore giovanile, oltre che allenatore dell’Under 14 Eccellenza. Ad affiancarlo sulla panchina della prima squadra, invece, ci sarà Mirko Maiocchi, reduce dalla positiva esperienza nelle fila dell’Urania Milano, società nella quale ricopriva il ruolo di secondo assistente con la Serie B. Per lui anche il ruolo di coach dell’Under 18. A loro si aggiunge Simone Righi, con cui Cornaghi lavora da tempo con le giovanili. «Sono molto contento per questa nuova esperienza, anche se so non sarà per nulla facile», le ultime parole del coach.



Scarica il PDF dell'edizione 25-2018 (10.3 MB)