08 Giugno 2018

«Vorrei comunque ringraziare conoscenti e amici per la solidarietà e vicinanza che mi hanno dimostrato in questo difficile momento. Altro non aggiungo, se non che a tempo debito spiegherò tutto. Sono certo che questo spiacevole malinteso verrà chiarito». Sono giorni davvero complicati per Gianluigi Frigerio, salito alle cronache non per il suo ruolo di consigliere comunale, bensì per una vicenda dai contorni poco chiari che lo vede denunciato per tentato furto aggravato. Il fatto risale ai primi di aprile, in un locale milanese. Una donna avrebbe notato una persona che cercava di sottrarle il portafoglio dalla borsetta e avrebbe lanciato l’allarme. L’uomo a quel punto si sarebbe allontanato dal ristorante, ma la vittima non ha fatto cadere la questione, ha chiamato le forze dell’ordine e ha raccontato l’episodio. Sono così partite le indagini di rito. I carabinieri hanno sentito alcuni testimoni e visionato le immagini delle telecamere a circuito interno del locale. Il lavoro degli inquirenti alla fine ha portato a individuare in Frigerio l’autore del gesto. Per il consigliere comunale è così scattata la denuncia. Nei prossimi giorni sarà chiamato a fornire la sua versione dei fatti al pubblico ministero che si occupa del caso. Frigerio, che a luglio era stato candidato sindaco per una lista civica recante il suo nome (Gianluigi Frigerio per una Cernusco Viva) e che attualmente siede sui banchi del consiglio comunale nelle fila dell’opposizione, ha preferito non commentare l’episodio. Per lui solamente poche parole, quelle che abbiamo riportato. A questo punto non resta che attendere per avere qualche chiarimento in più su una questione che comunque rischia di danneggiare, e non poco, la sua immagine.



Scarica il PDF dell'edizione 21-2018 (8.6 MB)