04 Ottobre 2019

Domenica mattina una nutrita folla di cittadini si è radunata in piazza Unità d’Italia per attendere il passaggio della 1000 Miglia Green, prima competizione di regolarità riservata a vetture ad alimentazione alternativa (elettriche, ibride e a idrogeno) che, sfilando da Brescia a Milano per tutto il weekend, hanno fatto tappa anche a Cernusco. Le auto hanno effettuato un tratto di percorso lungo l’alzaia e hanno attraversato il centro storico, dove nella piazza del Comune l’Associazione Martesana Mutur Classic ha esposto auto d’epoca. «Un momento di festa e di promozione di una modalità di spostamento alternativa» ha commentato il sindaco Ermanno Zacchetti, «ma anche l’occasione per far conoscere Cernusco a chi, da concorrente in gara o da giornalista al seguito, proveniente dall’Italia o da tutta Europa, non aveva ancora avuto l’occasione per apprezzarla dal vivo». Una quarantina gli equipaggi partecipanti: dalla Detroit Electric Model 95 del 1924 alle modernissime Tesla, Porche Panamera E 4 Hybrid, Mercedes EQC, Smart, Mini, passando dalle Polestar Plug-In Hybrid e Volkswagen ID3 mai presentate in Italia, fino alla Zagato Milanina del 1989, a due modelli di maggiolino del ’72 e del ’76 e alla Mirai Toyota con alimentazione a idrogeno. Nel pomeriggio, il primo cittadino ha preso parte alle premiazioni, tenutasi a Lainate, scattandosi una foto con uno dei trofei destinati ai vincitori. «Volevo rimanesse nella storia che Cernusco era presente nella prima edizione di questa competizione» ha spiegato. «Grazie alle professionalità su cui può contare il nostro Comune e alla disponibilità di tanti volontari delle associazioni, la nostra città si è dimostrata all’altezza delle attese di un organizzatore internazionale».
Eleonora D’Errico



Scarica il PDF dell'edizione 31-2019 (5.0 MB)