05 Luglio 2019

In attesa di avviare l’iter per redigere il nuovo Pgt, è stata attivata la procedura per dare il via al procedimento di variante a quello attuale. Con questa iniziativa l’amministrazione si pone tre obiettivi: individuare le attuali aree dismesse non ricomprese nel Pgt vigente in modo da permettere eventuali procedure di riqualificazione da parte di privati; definire aree sia pubbliche che private che possano essere oggetto di rifunzionalizzazione; ridefinire altre aree private nella loro destinazione senza prevedere consumo di suolo. «Il Pgt ha una funzione vitale: tracciare i confini di ciò che è possibile fare, e cosa no, sul nostro territorio, disegnando il futuro della città», spiega l’assessore al Territorio, Paolo Della Cagnoletta. «In attesa dell’adozione del piano territoriale di coordinamento da parte di Città Metropolitana, che avverrà entro il 2020. Nel frattempo dobbiamo apporre modifiche per portare a termine alcuni progetti che riteniamo fondamentali, sia su aree pubbliche che private».
In particolare, in prospettiva di Cernusco 2020, la variante prevede che si possa destinare
a un diverso uso l’area accanto al centro sportivo di via Buonarroti, circa 10mila mq, oggi parte del Plis, per ampliare l’offerta sportiva.



Scarica il PDF dell'edizione 25-2019 (12.0 MB)