24 Gennaio 2020

Una cerimonia toccante e partecipata quella che si è tenuta lo scorso sabato a Cernusco sul Naviglio, per l’inaugurazione delle pietre d’inciampo in memoria di Roberto Camerani e Virginio Oriani, deportati nei campi di concentramento. Dopo il ritrovo in piazza Matteotti, con gli interventi istituzionali e la lettura di un messaggio della senatrice Liliana Segre, un corteo ha raggiunto le abitazioni dei due cernuschesi per la scopertura delle due pietre di Gunter Demnig, che erano state posizionate nei giorni precedenti proprio dall’artista tedesco.



Scarica il PDF dell'edizione 3-2020 (4.7 MB)