26 Ottobre 2018

La solidarietà di Peschiera Borromeo supera i confini italiani e si spinge fino in Africa. Il merito è della onlus di Raffaele Brattoli, Charity in the World Onlus, già attiva da anni nel Continente Nero, che negli ultimi mesi è riuscita a riempire tre container con materiale farmaceutico di estrema necessità, materiale ortopedico, generi alimentari e vestiario di vario tipo, per un valore di circa 50mila euro, con destinazione Togo. E siccome i volontari di Charity non si fermano mai, ora si stanno già prodigando per un nuovo intervento in favore delle zone del Centro Italia colpite dai più recenti terremoti.
«Attualmente siamo attivi su più fronti», spiega Brattoli. «Stiamo infatti lavorando con il centro di accoglienza anziani e senza fissa dimora Fratel Ettore di Seveso, in Lombardia, per fornirgli il supporto tecnico e materiale di cui hanno bisogno. Inoltre, abbiamo in programma per domani (sabato 27 ottobre, ndr) una Amatriciana solidale presso l’oratorio della chiesa San Carlo di Peschiera grazie alla quale sosterremo le persone colpite dal terremoto».
Ma non è tutto. Infatti l’opera di soccorso medico alla popolazione del Togo, cavallo di battaglia della onlus, continua imperterrita tramite la farmacia Carati di San Damiano d’Asti con la quale l’organizzazione ha raccolto medicinali destinati allo Stato africano in cui l’assistenza medica non è garantita dalle istituzioni. «Qualche mese fa suor Simona Villa di Monza, medico chirurgo che opera con il suo staff presso l’ospedale Fatebenefratelli di Afagnan in Togo, supportato dalla nostra associazione da ormai tre anni, ci ha chiesto una lista di medicinali salvavita», racconta Brattoli. «Il nostro gruppo si è subito mobilitato chiedendo aiuto a molte case farmaceutiche e finalmente è arrivato un bancale di medicinali che completa una raccolta pari a un valore di oltre 50mila euro». Grazie alla fiducia che con il tempo Charity in the World è riuscita ad acquisire nel mondo della solidarietà tramite la trasparenza e la semplicità che la caratterizzano, anche questa volta un bellissimo progetto di aiuto umanitario è stato portato a termine. «Abbiamo in programma anche uno spettacolo teatrale, che andrà in scena il 20 dicembre presso il teatro De Sica, con cui, grazie alla collaborazione con la compagnia Sans Art, raccoglieremo fondi per i nostri progetti. Il nostro cammino della solidarietà non si arresta», conclude Brattoli. Per chi volesse sostenere Charity in the World, si possono fare donazioni a questo iban: IT70 C010 0501 6160 0000 0002 153.
Mattia Rigodanza



Scarica il PDF dell'edizione 34-2018 (9.7 MB)