14 Febbraio 2020

Due mesi per stilare una nuova perizia psichiatrica. È quanto è stato disposto dal presidente della prima Corte d’Assise di Milano, nei confronti di Ousseynou Sy, il 46enne di origini senegalesi che lo scorso 20 marzo dirottò l’autobus che guidava, tenendo in ostaggio 50 bambini, 2 insegnanti e 1 bidella prima di dargli fuoco sul territorio di Peschiera. Solamente grazie al provvidenziale intervento dei carabinieri, tutti gli ostaggi riuscirono a mettersi in salvo, prima che le fiamme avvolgessero completamente il mezzo. La perizia psichiatrica inizierà martedì 25 maggio e serviranno due mesi per stilare la relazione. Ricordiamo che l’uomo deve rispondere delle pasanti accuse di strage, sequestro di persona aggravato dalla minore età delle vittime, incendio e resistenza, reati che prevedono l’aggravante della finalità del terrorismo. La prossima udienza è stata fissata per lunedì 4 maggio.



Scarica il PDF dell'edizione 6-2020 (4.5 MB)