29 Novembre 2019

Con l’incontro “Beni confiscati alla mafia: la trasformazione e l’utilizzo sociale a Pioltello”, a cura della Rete Antimafie della Martesana, si chiuderà mercoledì 4 dicembre la terza edizione di Legalmente. «L’evento in questione sarà diverso da quello dedicato a Lea Garofalo, più spettacolare ed emozionante» ha commentato l’assessore alla Cultura Jessica D’Adamo. «Qui si entrerà più nel tecnico, parlando di come i Comuni possono utilizzare i beni confiscati a scopo sociale, entrando poi nel dettaglio di quelli presenti nella nostra città. Durante la serata, verrà anche distribuito un opuscolo sulla promozione dei valori antimafiosi a Pioltello: all’interno vengono elencati vie, parchi, murales e luoghi dedicati alle vittime della mafia, per ognuna delle quali è stata tracciata una biografia. Credo sia importante, perché anche attraverso questi luoghi si promuove lo sviluppo di una coscienza antimafiosa tra i cittadini».
L’appuntamento si terrà presso la sala eventi della biblioteca comunale, a partire dalle 20.30. Durante la serata è anche previsto l’intervento come testimone di un utilizzatore di un bene confiscato alla mafia: è probabile che si tratterà di don Luigi Consonni.
Eleonora D’Errico



Scarica il PDF dell'edizione 38-2019 (4.3 MB)