07 Giugno 2019

Una mattinata emozionante, quella che ha avuto per protagonista la Repubblica anche a Pioltello. Il 2 giugno, alle 10.30, tanti pioltellesi si sono radunati presso la sede del Fante, in via Milano, per le celebrazioni dedicate alla Festa della Repubblica. Presenti autorità, rappresentanti di associazioni e istituzioni. Dopo l’alzabandiera, il nutrito corteo, guidato dalla Banda Cittadina Corpo Musicale Sant’Andrea, si è diretto verso piazza della Repubblica, dove i presenti hanno potuto ascoltare i discorsi di commemorazione delle autorità, in particolare del sindaco Ivonne Cosciotti. Novità assoluta di quest’anno, la presentazione del libro “La memoria sospesa. Fausto Cibra, militare di leva nel 1942, deportato in Germania dal 1943 al 1945”, scritto da Fiorenza Pistocchi, ex assessore e figlia di partigiano.
Una storia vera, il cui libro è stato promosso dall’assessorato alla Cultura ed edito dal Comune. «Il volume raccoglie le lettere che Fausto Cibra scrisse e ricevette dalla famiglia, durante la prigionia in Germania, Polonia e Cecoslovacchia» ha raccontato Pistocchi. «All’indomani dell’8 settembre si rifiutò di entrare nell’esercito della Repubblica di Salò e per questo fu internato in campi di lavoro durissimi, insieme ad altri 600mila italiani, 40mila dei quali non tornarono più a casa».
«Avendo avuto tra i suoi concittadini persone come Fausto, da ricordare e far conoscere ai giovani e alle persone meno giovani, l’amministrazione ha deciso di sostenere la pubblicazione del libro» ha spiegato il sindaco. «Il volume è stato consegnato alle persone presenti alla cerimonia, potrà essere consultato in biblioteca e il prossimo anno scolastico verrà distribuito ai ragazzi delle terze medie e delle quinte superiori della città».
Eleonora D’Errico



Scarica il PDF dell'edizione 21-2019 (12.2 MB)