14 Febbraio 2020

Puniva le sue due figlie di 18 e 23 anni con atteggiamenti violenti e perfino con riti vodoo, solo perché volevano vestire all’occidentale. Lo scorso giovedì i carabinieri della tenenza hanno dato il via all’esecuzione cautelare, che prevede 4 anni e 3 mesi di carcere, nei confronti della donna pakistana 48enne che si è resa protagonista di questi atteggiamenti. I fatti risalgono al 2018, quando i Servizi Sociali, su segnalazione della scuola che le due ragazze frequentavano, erano intervenuti, mettendo i carabinieri al corrente della situazione. Un primo provvedimento fu l’allontanamento della donna dall’abitazione, ma pochi mesi dopo la madre fece ritorno e minacciò le due giovani di compiere su di loro riti vodoo. Questa volta gli uomini dell’Arma arrestarono la 48enne con l’accusa di maltrattamenti familiari. Ora la sentenza.



Scarica il PDF dell'edizione 6-2020 (4.5 MB)