11 Maggio 2018

Nel nostro Paese da 17 anni, lavora come impiegato all’Esselunga, è padre di due bambini ed è di origine indiana. E da martedì pomeriggio è anche cittadino italiano. Con una cerimonia ufficiale, istituita dal sindaco Ivonne Cosciotti nell’ottobre 2016 e ormai diventata tradizione per questa amministrazione, Balyant Prajapati ha giurato fedeltà alla Repubblica italiana. Il sindaco in persona gli ha consegnato una copia personalizzata della Costituzione e la bandiera tricolore. Dopo avere letto i primi tre articoli della Costituzione, il primo cittadino si è poi rivolto a Prajapati con poche, ma significative parole. «La Costituzione contiene i valori della nostra storia ed è un modo per dirle che l’Italia, e Pioltello, ora è la sua casa, la casa della sua famiglia. La nostra è una realtà multiculturale e accogliente, ognuno però deve fare la propria parte per contribuire alla crescita della città e portare avanti questo importante processo di integrazione». Subito dopo Balyant Prajapati, comprensibilmente emozionato, ha prestato giuramento solenne.



Scarica il PDF dell'edizione 17-2018 (9.7 MB)