12 Gennaio 2018

Un’educazione più tecnologica grazie alla fibra ottica che presto arriverà nelle scuole di Pioltello. È stata firmata nei giorni scorsi una convenzione tra l’amministrazione guidata dal primo cittadino Ivonne Cosciotti e Open Fiber, azienda che dispone della più vasta rete italiana in modalità Fiber To The Home. L’accordo porterà nelle scuole cittadine, in altri edifici comunali e in numerose strutture immobiliari una connessione ultrarapida, attraverso un’infrastruttura interamente in fibra ottica.
«I dati viaggeranno su fibra ottica dagli edifici scolastici al municipio e da lì arriveranno su internet attraverso una connessione dedicata, sempre in fibra ottica, messa a disposizione da Città Metropolitana grazie a un altro accordo siglato nei mesi scorsi» ha spiegato l’assessore alle Infrastrutture e Informatica Giuseppe Bottasini. «Diamo così una risposta di alta qualità e sicura alle crescenti esigenze della didattica. La connettività è la base indispensabile per la nuova scuola digitale e noi vogliamo il meglio per i nostri istituti».
L’intervento riguarderà le proprietà comunali (16 edifici per l’esattezza) e raggiungerà circa 14mila unità immobiliari tra case, aziende e negozi dell’intero territorio, velocizzando in questo modo il processo di digitalizzazione della città, semplificando e migliorando le relazioni fra cittadini e Comune e aumentando la produttività e la competitività delle imprese. L’investimento previsto, interamente a carico di Open Fiber, ammonta a 3.5 milioni di euro. Il cablaggio, i cui cantieri partiranno questo mese e resteranno aperti per circa un anno, consentirà di posare una connessione in modalità Ftth, Fiber to the home (fibra fino a casa), in grado di supportare velocità di trasmissione fino a 1 Gbps (1.000 Megabit al secondo), sia in download che in upload, consentendo così il massimo delle performance. Secondo il piano dei lavori, le scuole inserite nell’accordo saranno raggiunte dalla fibra ottica entro l’inizio dell’anno scolastico 2018/19. La convenzione siglata dal Comune stabilisce inoltre le modalità e i tempi di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica, come previsto dal decreto ministeriale del 2013. Ove possibile, verranno utilizzati cavidotti e infrastrutture di rete sotterranee già esistenti per limitare l’impatto degli scavi sul territorio ed eventuali disagi per la comunità. In quasi il 70% degli interventi previsti, gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative sostenibili, a basso impatto ambientale e quindi poco invasive. La chiusura dei lavori è prevista entro la fine del 2018.
«Ancora una volta ribadiamo nei fatti la nostra attenzione nei confronti della qualità dell’educazione, mettendo le scuole al centro dei nostri interventi, affinché possano al meglio utilizzare tutte le tecnologie più avanzate per i nostri cittadini grandi e piccoli», la riflessione del primo cittadino.  
Eleonora D’Errico



Scarica il PDF dell'edizione 1-2018 (7.3 MB)