10 Gennaio 2020

Otto nuovi agenti di polizia locale, 5 a tempo determinato, ma con possibilità di rinnovo dopo 18 mesi, e 3 con regolare assunzione comunale. Se non ci saranno intoppi o imprevisti il concorso dovrebbe svolgersi già questo mese, con ingresso in organico a febbraio. «I primi 5 sono legati alla convenzione che abbiamo firmato con Seac» spiega il sindaco Paolo Micheli, «e per questo motivo saranno assunti a tempo determinato. Abbiamo già però un accordo di massima di rinnovare la convenzione quando tra 18 mesi scadrà e, in automatico, si potrà rifare il contratto anche ai vigili. Questi 5 non saranno però impiegati soli a Linate, ma graviteranno nell’area sud della città». Il primo cittadino, poi, analizza il tanto delicato tema della sicurezza: «Non sono io a dirlo, ma i dati della prefettura: i reati a Segrate sono in costante calo. Tuttavia comprendo che la percezione della gente possa essere diversa. I social media tendono ad amplificare ogni singolo episodio, quando in realtà è comunque fisiologico che un certo numero di reati purtroppo possa registrarsi. E comunque questi 8 vigili, e il costante rapporto che abbiamo con i carabinieri, confermano che non ci vogliamo sedere,  ma tenere la guardia sempre alta». Al sindaco fa eco l’assessore alla  Polizia Locale, Barbara Bianco: «I nostri vigili, così come i carabinieri, fanno un lavoro straordinario che, purtroppo, spesso non riceve il giusto riconoscimento. Incrementare l’organico ci permetterà di ragionare sull’eventuale miglioramento di alcuni servizi oltre a un più capillare e attento presidio del territorio».



Scarica il PDF dell'edizione 1-2020 (3.9 MB)