04 Ottobre 2019

Quando i residenti hanno visto arrivare nel quartiere l’autoscala dei vigili del fuoco hanno subito temuto il peggio. In zona non c’era fumo, ma il timore che qualcuno si fosse sentito male in casa è stato il primo, inevitabile, pensiero. Invece si trattava di un intervento per salvare un gattino, che dopo essere salito sul tetto, era scivolato nella grondaia e non sapeva più come risalire. Il fatto è avvenuto  la scorsa domenica, nel tardo pomeriggio, alla Residenza Fontanile di Milano Due, a Segrate. Il piccolo felino, animale domestico di una famiglia che vive in un attico, è uscito dalla finestra all’avanscoperta. Si sa, i gatti sono curiosi per antonomasia, ma talvolta questo loro istinto li porta a mettersi nei guai. Ed è proprio quello che è successo al povero micio, finito nella grondaia. Per i suoi padroni era impossibile raggiungerlo, senza mettere a repentaglio la loro vita. E così hanno chiamato i soccorsi. Nel giro di breve tempo a Milano Due sono arrivati gli uomini del Comando provinciale di Milano, per mettere in atto un salvataggio davvero spettacolare.  Utilizzando corde e imbracature da soccorso alpino, un pompiere è salito sul tetto, portando con sé un trasportino. Il gattino, decisamente impaurito, si è comunque fatto prendere. Una volta messo nella gabbietta, è stato calato e riconsegnato ai suoi padroni, per concludere così, con il lieto fine, l’intera vicenda.



Scarica il PDF dell'edizione 31-2019 (5.0 MB)